Chapter 7. La Slit

Una delle domande poste più frequentemente è "Cos' è la slit?" Infatti, quando questo documento è stato scritto, l'ho copiato anche in cima alle FAQ per prevenire che la stessa domanda venisse posta dieci volte al giorno in #fluxbox e per metter fine al mito che la slit è un'altro nome della toolbar.

La slit è una delle molte parti di Fluxbox che sono state ereditate da Blackbox. E' stata disegnata per contenere le dockapps di WindowMaker (e qualunque altra cosa giri in modalità 'withdrawn' o (raramente) 'swallowed'). Alcune di queste applicazioni spesso supportano l'opzione -w, mentre alcune sono già in modalità withdrawn.

Bene, la prima cosa da fare è accertarsi che sia la slit sia stata compilata in Fluxbox. Generalmente lo si dà per scontato essendolo di default. Che io sappia, tutti i pacchetti per le differenti distribuzioni la includono. Se preferisci non averla, puoi disabilitarla al momento della compilazione. Nota che comunque, non utilizzando la slit non si occupa spazio sullo schermo e solo una piccola quantità di memoria viene consumata, per cui solitamente è necessario disabilitarla solo se interferisce con altri progarmmi.

A parte questo, è possibile lanciarvi qualunque applicazione 'dockabile' (withdrawn mode). Ad esempio, xmms contiene l'applicazione wmxmms. Semplicemente lanciando wmxmms &, apparirà nella slit. Come detto in precedenza, alcune applicazioni (per esempio gkrellm) necessitano dell'opzione -w per essere lanciate nella slit.

Dove posso prendere le dockapps?

Il miglior posto da cui iniziare è the Dockapp warehouse. C'è un vasto assortimento di dockapps disponibile qui. Inoltre puoi fare una ricerca su Freshmeat, o tra il software della tua distribuzione.

La pagina bbtools contiene varie utilities per Blackbox/Fluxbox, la maggior parte delle quali può girare nella slit.

Inoltre, se il supporto per KDE è abilitato, vi appariranno anche le appletts di KDE.

Dockapps.org è un nuovo sito completamente dedicato alle dockapps.

Posso cambiare il comportamento della slit?

Certo. Semplicemente cliccando col tasto destro sulla parte visibile della slit e selezionando le opzioni dal menù che appare. La maggior parte di queste opzioni sono le stesse della taskbar. L'unica differente è Direction. La slit può essere disposta Horizontal (orizzontalmente) oppure Vertical (verticalmente).

C'è inoltre l'opzione Maximize Over Slit nel menù di configurazione; Questa opzione permette alle finestre massimizzate di coprire la slit.

Voglio ricordare l'ordine delle mie dockapp sulla slit!

In Fluxbox 0.1.10 e successive, questo è possibile usando il flie slitlist. Di seguito alcune informazioni su come fare.

L'ordine corrente delle dockapps è memorizzato in un file, di default è ~/.fluxbox/slitlist. Quando vengono caricate le dockapps nella slit, quest'ultima cerca di mantenerne l'ordine, sulla base dell'esecuzione precedente, tramite il nome.

Una semplice procedura per mettere nella sequenza desiderata le applicaziioni sulla slit:

Ordinare le dockapps

  1. Esegui Fluxbox senza pre-caricare le dockapps.

  2. Esegui le dockapps individualmente e nell'ordine che intendi stabilire.

  3. Aggiungi o riaggiungi le dockapps allo script per lanciarle automaticamente, per esempio .xinitrc o .xsession. Qui l'ordine non è importante.

La sequenza è salvata di default in ~/.fluxbox/slitlist e sarà memorizzata anche per le sessioni di Fluxbox successive.

E' possibile modificare manualmente il file slitlist. E' una semplice lista di nomi di finestre, ogni dockapp su una riga. Questo file dovrebbe essere modificato mentre Fluxbox non è in esecuzione altrimenti le modifiche potrebbero essere sovrascritte.

E'possibile anche scegliere un percorso diverso del file slitlist. Il seguente esempio mostra come cambiare il percorso aggiungendo una riga al file init:

Example 7-1. Specifiche del file Slitlist

    session.slitlistFile: /home/me/etc/slitsort

Notare che non c'è nessuna opzione per disabilitare completamente l'ordinamento. L'autore della patch non pensa si tragga beneficio da un ordine arbitrario.